Acquista i libri

"A" come assassino

“John Prescott giaceva riverso sulla sua poltrona di cuoio, piegato su un lato, la testa sulla scrivania, gli occhi spalancati per un ultimo stupore. Piantato nella gola squarciata aveva un pugnale di foggia particolare con una “A” con svolazzi gotici incisa sul manico di legno.” Questa storia è tratta dalla commedia omonima.

Union Square (italiano e inglese)

Una grande avvocata, Gloria, incontra per caso un barbone, Gerry, che la salva da una aggressione. Gli offre un té e lo usa come testa di egno per salvare il suo amante che sta per essere eletto Governatore della California ma ha commesso una frode. Ne ripulisce la figura e il linguaggio ma le cose si complicano e Gerry viene accusato di omicidio. Convinto di essere stato tradito da Gloria di cui si è  innamorato, confessa l’omicidio non commesso. Ora tocca a Gloria salvarlo e alla fine vincerà l’amore. 

A great lawyer, Gloria, by chance encounters a tramp, Gerry, who saves her from an assault. He offers him tea and uses it as a man of straw to save his lover who is  about to be elected Governor of California but has committed fraud. He cleans up his figure and language but things get complicated and Gerry is accused of murder. Convinced of having been betrayed by Gloria, whom he fell in love with, he confesses the murder not committed. Now it’s up to Gloria to save…

La chiave della fortuna (The Key of Luck)

Harold convive con una misfortune-teller, come la chiama lui. Laura legge il futuro ma dice la verità, e i clienti si arrabbiano e non la pagano. Harold non lavora e Laura non guadagna. Gli unici soldi vengono dalla vendita di amuleti che Laura ricava spennando il culo di una gallina che convive con la coppia. Dopo una lite Laura se ne va e Harold inscena un suicidio col gas ma il gas esplode e la stanza, invece di bruciare, gela. Harold, annerito, sente la gallina parlare. La bestia gli ordina di ucciderla, sostenendo di essere un viaggiatore intergalattico rimasto intrappolato nel corpo del pennuto per un cortocircuito spaziotemporale. Harold intavola una trattativa con la gallina che, saputo del tentativo di suicidio, pur di essere uccisa gli fa un uovo con una piccola chiave dentro: è una chiave della fortuna, ossia una chiave per ordinare in modo a lui favorevole gli eventi futuri. Harold è travolto dalla fortuna e non uccide la gallina, ma…anche la fortuna quando è troppo, stanca.

Il terremoto di Messina

Quel giorno del 1908 a Messina morirono 90.000 persone su 130.000 abitanti. Qui si narrano le storie di gente comune che credeva di avere un domani che pochi avrebbero avuto: personaggi storici a pochi decenni dall’unità d’Italia, pescatori di pescispada e cantastorie, poeti e mafiosi, ricchi, poveri e miserabili tutti ugalmente spazzati via dall’ondata del gigantesco tsunami che seguì il terremoto. Ora siete a Messina nel mese di dicembre del 1908 e tutto è tranquillo…

Stradivarius Cremonensis

Antonio Stradivari nacque nel 1643 o 1644 o 1648. (gli storici non si sono ancora messi d’accordo) e morì nel 1737. Ebbe undici figli, sei dalla prima moglie e cinque dalla seconda. Costruì millecentosedici strumenti, ne sono rimasti seicentocinquanta: tutti capolavori. Non esiste un suo ritratto, non si sa nulla della sua vita intima ma ve la racconto lo stesso perché i geni son fatti tutti della stessa pasta.

Brandelli di vita

Memorie, pensieri, racconti e poesie della bella e brava attrice, scrittrice, pittrice, sceneggiatrice MARA MARYL CHIANETTA, compagna e moglie dello scrittore, sceneggiatore, regista Ernesto Gastaldi: un amore durato una vita. Memorie di anni spensierati, grande amore, improvvise melanconie, presagi di morte.

Blood in my pocket

Where the great city of angels ends, there stands the world of sex and sin: Hollywood. At night, when the cruel white of the spotlight pierces the darkness to the stars raising the name of idols, death along with lust begins its nightly tour. When dawn comes to the desert the sun is ashamed to illuminate the city of broken dreams.

March 15, 1957
Helen can’t say how many there were and she’ll never know. The butler toyed with her like a broken doll and stuffed a massive stack of bills into her handbag.
“Go home miss, go home.”

blood in my pocket

Una ragione per vivere e una per morire

Guerra di secessione americana. Il colonnello Pembroke dell’esercito nordista è reputato un traditore perchè ha
ceduto Fort Holman al nemico senza combattere. Arrestato come ladro si offre di riprendere il forte usando alcuni
uomini destinati all’impiccagione.Pembroke fa credere agli scampati dalla forca che il motivo sia una grande
quantità d’oro murata nel forte, ma la ragione è un’altra.

Arizona Colt

La terribile banda di Gordon Watch quando ha bisogno di uomini, assalta una prigione e recluta i prigionieri
marchiandoli con una S sul braccio. Nel corso di uno di questi reclutamenti, viene preso anche Arizona Colt, un
pistolero il cui mantra è la frase “Ci devo pensare” che può permettersi grazie alla sua incredibile abilità con la
pistola. A Blackstone Hill Arizona incontra Fred, uno della banda, che vistosi scoperto da Dolores, la figlia del
padrone del saloon, la uccide. Arizona si offre di catturare Fred, poichè nessuno può pagarlo in dollari chiede come
ricompensa, se riuscirà, di passare una notte con Jane, la sorella della ragazza uccisa. Jane accetta. Arizona uccide
Fred, ma viene massacrato da Gordon e salvato da Doppio Whisky, uno della banda. Curato a Blackstone Hill si
vede rifiutata la ragazza e si ritira per pensare. Gordon assale Blackstone Hill perchè Doppio Whisky s’è fregato
tutti suoi soldi e Jane…

Vento di stelle lontane

Ultima raccolta delle parole dell’anima di Maria Chianetta, in arte MARA MARYL, protagonista di memorabili
film come LIBIDO, CIN CIN…CIANURO!, LA LUNGA SPIAGGIA FREDDA, NOTTURNO CON GRIDA, LA
FINE DELL’ETERNITA’.

Mara ha perso la memoria, restano i suoi versi.

La Morte cammina con i tacchi alti

Un uomo, reduce da un grosso colpo che ha fruttato diamanti, viene ucciso su un treno da qualcuno che pensa che abbia i diamanti con sè. Non è così. La caccia ai diamanti coinvolge la figlia del ladro, Nicole, una spogliarellista di raro fascino che si esibisce nei night di Parigi, che viene aggredita in casa sua da un uomo in tuta nera e passamontagne di cui Nicole vede solo gli occhi blu che minaccia di sfregiarla e ucciderla se non dice dove sono i diamanti. Nicole non lo sa ma scopre che il suo ragazzo ha delle lenti a contatto di quel colore blu. Terrorizzata, pensando che l’aggressore possa essere lui, si fa portare a Londra da un suo ammiratore occasionale ma casca dalla padella alla brace.

Old New West (Town and Country)

DOPPIA VERSIONE

INGLESE “You know, we have two different versions of the West: the one from my childhood and the one from yours. In my day, you couldn’t take a step without taking out your pistol to defend your life and your values. Now, a good gunshot isn’t enough. But if you can go around catching flies, remember that you can do so because those like me came before…”-

ITALIANO Nel mondo moderno cinismo ed egoismo, corruzione e tradimento sono pane quotidiano, anche nelle istituzioni più prestigiose come nelle migliori università degli States. Una gogliardata, un caso, fa incontrare due giocatori di football americano con dei ladri di cavalli e ne nasce una banda che, prima per scherzo, poi sul serio si mette ad assaltare le banche come usava nel vecchio West. Insieme all’eccitazione, al gioco, all’emozione si cementano tra i novelli banditi sentimenti perduti di lealtà e di amizicia e quando uno di loro li tradisce la soluzione

L'uovo del cuculo

Una figlia, Paola, tossica, viene arrestata nella Jugoslavia in disfacimento, sull’orlo della guerra civile. I suoi genitori, Giorgio e Laura, partono per liberarla e riportarla a casa. Il viaggio ripercorre casualmente l’itinerario del loro viaggio di nozze di venti anni prima. Giorgio e Laura sono stati felici ma il dramma della figlia li porta ad accusarsi a vicenda, a scannarsi, a dirsi cose orribili. Riescono a liberare Paola ma lei non vuole tornare, sta con uno zingaro, fa la puttana e rifiuta ogni aiuto compassionevole. Il finale è un urlo, un vaffanculo al mondo.

La Morte accarezza a mezzanotte

La fotomodella Anna si sottopone per denaro a un esperimento, guidato dal giornalista Jack Miglietti,
facendosi iniettare una nuova droga allucinogena che le fa vedere oniricamente l’assassinio di una donna.
La notizia resa pubblica da un periodico la espone alle persecuzioni di una banda di criminali spacciatori
di droga. Inoltre Anna, che non viene creduta dal commissario Ferla poiché la vittima in questione
sarebbe morta suicida, crede di essere presa di mira dall’assassino. Ma non è così e infine viene salvata
dall’intervento del giornalista, giunto prima della ravveduta polizia nel momento in cui la banda di
spacciatori tenta di eliminarla. Banda capeggiata da un amico insospettabile.

Le foto proibite di una signora per bene

Minou, bella moglie di un imprenditore in cattive acque, viene aggredita da Andrea, un bell’uomo che ha le prove che il marito ha ucciso un creditore. Per non mandarlo in galera, Minou accetta di andare a letto con Andrea, ma non è vero niente, tuttavia la verità è ancora peggiore.

L'orribile segreto del Dr. Hichcock

A Londra, nel 1885, il Prof.Bernard Hichcock è un importante medico che opera utilizzando un anestetico da lui stesso scoperto. Affetto da necrofilia, utilizza l’anestetico anche nei confronti della moglie, Margherita, in modo da farla dormire di un sonno profondo mentre la possiede. Una volta però sbaglia qualcosa e la povera moglie muore. Bernard decide allora di andarsene e affida la casa e la sua gatta Jezebel alla domestica Marta. Dopo dodici anni ritorna con un’altra donna con cui si è risposato: Cinzia. Ben presto la nuova arrivata avverte nella villa la “presenza” della prima moglie e le capitano spaventose apparizioni. Bernard crede o fa credere che Cinzia non si sia mai ripresa da uno shock procuratole dalla morte violenta del padre e che le sue siano allucinazioni. Riccardo Freda, aiutato da una splendida Barbara Steele, ha tratto da questa storia un film horror di grande successo e per sapere la verità occorre arrivare alla fine della storia

Libido

LIBIDO è diventato un film “cult”. Girato nell’aprile dl 1965 con un budget di 26 milioni di lire (13mila euro) è stato il primo giallo all’italiana da cui ha preso vita il grande filone che porterà fino ad Argento. Il plot è un gioiello di perfezione, con un meccanismo di cui non si vedono le ruote fino alla sorpresa assoluta della soluzione finale. Pochi mezzi ma un grande plot e una buona recitazione.

La gelida fiamma della paura

(The Icy Flame of the Fear)
A man is killed in a horrible way while he’s travelling on a train travelling toward the Italian frontier: the assassin cuts him the ocular globes.

E’ la storia di una caccia a un grosso diamante, intricata, che coinvolge molti personaggi, omicidi efferati,
colpi di scena e un finale stupefacente

Perchè quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer?

(The case of Bloosd Iris)Jennifer e Marylin sono due fotomodelle che dividono un appartamento in un grande palazzo popolare. Jennifer dopo aver rotto col marito perso nell’alcol e nella droga, sta cercando di ricostruirsi una vita nuova ma è perseguitata dall’ex marito che non vuole saperne della loro rottura. Nel palazzo conosce Andrea Antinori, giovane e bell’uomo con cui instaura una relazione. Ben presto però nello stabile inizia a susseguirsi una serie di terrificanti omicidi: dapprima una giovane prostituta uccisa in uno degli ascensori, poi una spogliarellista di colore residente all’ultimo piano. I sospetti cadono sui condomini che conoscevano le vittime anche solo di vista ma la ricerca del colpevole risulta ardua considerata la vastità dello stabile e la presenza di numerosi uffici includendo un’assidua frequentazione esterna per lavoro o per affari. Jennifer è la prossima vittima il cui assassino resterà misterioso fino alla fine.

Morte sospetta di una minorenne

La storia narra del caso dell’omicidio di Marisa, su cui investiga il commissario Germi, che aveva conosciuto la ragazza poco prima della morte. Nonostante i suoi metodi violenti e fuori norma, Paolo Germi riuscirà a capire la verità che nasconde l’omicidio e verrà a galla un traffico di minori che lo stesso poliziotto dovrà fronteggiare.

Brivido sulla schiena

Siamo nel 1957. A NewYork. Un agente federale americano si imbatte in un rompicapo: un gioiellere assassinato e una telefonata del “morto” che confessa di aver ucciso la moglie perchè è lei l’assassina. Le indagini lo portano in una folle catena di suicidi e di eredità concatenate che pare nascere a Ronda, un paese dell’Andalusia, a quei tempi ancora immerso nella cultura secolare arabo-cristiana e sotto la dittatura di Francisco Franco. Ma le radici dell’enigma superano il tempo in cui furono costruiti i famosi ponti sul “Tajo”, un orrido burrone che taglia in due il paese, oltre il ponte romano, oltre il ponte fenicio… all’inizio dei tempi.

Lo Sproloquio

Scritto nel 1962 poteva risultare profetico e dissacrante, riletto nel terzo millennio può sembrare ovvio, ma nel 1962 avevo ventotto anni e tutta la vita davanti, nel terzo millennio ho cento anni e tutta la vita dietro. Tienine conto, volenteroso lettore.

Il tuo vizio è una stanza chiusa e io solo ne ho la chiave

Gli abitanti di una villa veneta sono sconvolti da una serie di omicidi. I sospetti si appuntano sul decadente scrittore Oliviero Rouvigny, ma la sua morte rimette tutto in discussione. Nel frattempo si intrecciano: la relazione tra la moglie dello scrittore, Irene, e sua nipote Floriana e i tormenti subiti dalla signora Rouvigny a causa di Satana, il gatto nero del marito appartenuto alla sua defunta madre; l’animale porta sempre un atteggiamento aggressivo nei confronti della donna, fino a quando lei non decide di ferirlo; ma l’anima del gatto continuerà a vivere finché una terribile verità non verrà a galla…

MILANO ODIA: la Polizia non può sparare (ALMOST HUMAN)

E’ la sceneggiatura originale del film diretto da Umberto Lenzi e interpretato da Tomas Milian. E’ la storia criminale di un giovane uomo della periferia milanese negli anni “70 del secolo scorso. Una storia di violenza in cui disagio di vivere, voglia di soldi, megalomania psicopatica si intrecciano con una lucida strategia del male.

TORSO - I corpi recano tracce di violenza carnale

“TORSO” è una storia thriller che tende all’horror, cosa inconsueta per gli Autori. Difficile indovinare chi sia il terribile assassino che squarta i corpi di giovani donne. E’ uno script anni Settanta, l’ambientazione è quella d’epoca, senza internet nè cellulari.

La ricercatrice di stelle

SF tales – racconti di fantascienza

Iperbole cosmica

Nel 1960 in questo romanzo pubblicato su URANIA da Mondadori, Ernesto Gastaldi, alias Julian Berry, è stato il primo al mondo a ipotizzare che Atlantide sia l’Antartide dopo uno spostamento dei poli terrestri

I quaranta belanti

Dopo tanta letteratura sui Quaranta Ruggenti (Roaring Forthies)negli oceani meridionali, ecco delle divertenti avventure nel più casalingo Mediterraneo, sempre quaranta di latitudune sono, non ROARING ma BLEATING….

Tempo Zero

QUESTO ROMANZO ha una storia curiosa, scritto nel 1959, fu rifiutato da URANIA (Mondadori) che pure aveva pubblicato “IPERBOLE INFINITA” e “UNA STORIA DA NON CREDERE” dello stesso Autore, perchè giudicato troppo filosofico e avveniristico. Ora rileggendolo si ha una curiosa impressione, restando con la mente al 1960: si parla di curvatura dello spazio, di viaggi intergalattici, di Imperi che sorvegliano intere galassie tentando di frenare l’evoluzione di cretaure non umane, di trasmissione “simpatica” tra gli atomi di membrane, non usante quindi onde em, troppo lente, che ricorda il fenomeno dell’entanglement allora del tutto sconosciuto, di un supercomputer, universi paralleli e di un “tempo zero” a massa infinita ancora inesplorato dalla fantascienza. Giorio Monicelli, allora direttore di URANIA non lo volle, fortuna che l’editore Ponzoni con COSMO aveva bisogno di testi…

CU2O – Il terzo anello

Per Olga invece vale la pena. Lei può uccidere il male. La furia blocca ogni possibilità di ragione e si getta contro Walter che cerca di scansarla. La barca si rovescia e cadono in acqua. Walter annaspa, si dibatte. Olga riaffiora e nuota raggiungendo la barca con tre bracciate. Walter beve e starnazza, affiorando e sparendo sotto il pelo dell’acqua, gli occhi pieni di terrore. – Non so nuotare! Aiutami! – dice con affanno. Olga si aggrappa alla poppa rovesciata della barca, calma il respiro e si volta a guardare Walter che cerca di raggiungere la prua dell’imbarcazione. Ingurgita acqua e tossisce. – Non fare la stronza! Dammi una mano…ti pago,dai… ti regalo… rrr…- ma va di nuovo sotto. Riaffiora paonazzo, a bocca aperta, Anche in pericolo di morte, Walter crede che la salvezza stia nel suo denaro. Olga lo guarda senza espressione, poi si sdraia sull’acqua. L’uomo arriva a graffiare la prua scivolosa della barca ma Olga sciacqua con un piede e gliel’allontana.